METTI LE TUE OPERE D'ARTE ALL'ASTA | Teelent

METTI LE TUE OPERE D’ARTE ALL’ASTA

Il Premio Nobel 2020 per l’economia va agli esperti di aste statunitensi Paul Milgrom e Robert Wilson. E cosa c’entra questo con l’arte? Nelle motivazioni dell’attribuzione del prestigioso riconoscimento ai due economisti, si legge che i vincitori di quest’anno, hanno «migliorato la teoria delle aste e inventato nuovi formati di aste, a vantaggio di venditori, acquirenti e contribuenti in tutto il mondo».

Così, noi di Teelent ci siamo chiesti se ci fossero delle aste capaci di scommettere sui nuovi artisti. La prima che abbiamo trovato è Catawiki.

Nata nel 2008 per permettere ai collezionisti di gestire online le proprie collezioni, dopo tre anni incomincia a organizzare aste settimanali. Oggi, le aste sono infinite. I visitatori unici notevoli. Ma ciò che più interessa è la presenza degli esperti. Si tratta di una equipe di 240 professionisti.

E no, non sono tutti dedicati all’arte, purtroppo. Gli esperti esaminano e selezionano ogni oggetto e quindi ogni opera d’arte sottoposta al loro insindacabile giudizio. Solo quelli ritenuti idonei vanno all’asta e consigliati dagli stessi esperti. La parte più interessante è la presenza di un vasto pubblico internazionale visto che Catawiki è di origine olandese e ha sviluppato la sua piattaforma in diversi Stati.

Alcuni esempi:

A garanzia della serietà, l’opera d’arte rimane nelle mani dell’artista fino a quando Catawiki non riceve il pagamento dell’acquirente. Una ulteriore sicurezza delle aste è data, infine, dalla supervisione dello studio notarile M.J. Meijer Notarissen N.V. di Amsterdam. Il notaio svolge anche controlli casuali a campione per verificare che i termini e le condizioni di Catawiki siano rispettati.

Una precauzione. Prima di muoverti verso questo nuovo canale, sistema la tua immagine. Parlo di profili social, blog o sito internet personale. Carica le ultime immagini. Scrivi la tua biografia. Se riesci pubblicala almeno in inglese. I potenziali acquirenti, prima di digitare i numeri della propria carta di credito, vorranno sapere chi sei, come sei, da quando ti definisci artista, cosa hai fatto fino a questo momento. Avanti, cosa aspetti!

Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su email

Cosa ti è piaciuto dell'articolo? Commenta qui sotto!

su di NOI..

..Un gruppo di creativi indipendenti che amano sognare ad occhi aperti. Persone del mondo che hanno consumato strade di inchiostro, colori, idee traducendole in “comunicazione”

su di NOI..

..Un gruppo di creativi indipendenti che amano sognare ad occhi aperti. Persone del mondo che hanno consumato strade di inchiostro, colori, idee traducendole in “comunicazione”

ARTICOLI RECENTI

ISCRIVITI ORA

PER RICEVERE TUTTE LE NEWS

GRAZIE !

Verrai contattato al più presto!

Puoi aiutarci ad aiutarli?

Compila il modulo & organizziamo un appuntamento!